GAETANO BELLONI

La foto ritrae un giovanissimo Tano Belloni, quasi irriconoscibile se non fosse per la scritta riportata sul retro. Belloni, classe 1892, iniziò a correre a soli 17 anni, con ogni probabilità l'immagine risale agli anni '10. Lo sfondo è tipico di quell'epoca e veniva usato per ritrarre i ciclisti in posa. Questa cartolina è stata trovata in un mercatino di Varese.

 

 

ALFREDO BINDA

Cartolina pubblicitaria tedesca edita per reclamizzare il mozzo Torpedo usato proprio da Binda nei primi Campionati del Mondo disputati in Germania nel 1927. Binda e gli altri componenti della Nazionale vennero lautamente sponsorizzati perchè corressero con questa nuova ruota. Si tratta di uno dei primi esempi di utilizzo di un atleta quale testimonial pubblicitario.

 

G. BRUNERO & P.D. MOESKOPS

Ecco due splendide cartoline della serie "Foto Cappelli di Milano". Si trattava di una sorta di racolta di immagini che ritraevano i campioni di diverse discipline sportive: dal ciclismo all'atletica.

MARCEL BUYSSE

Foto d'epoca che ritrae i vincitori della 6 Giorni di Brussels, edizione 1920. Si tratta di una foto ad uso stampa, scattata per qualche giornale dell'epoca. Le 6 Giorni, ormai scomparse al giorno d'oggi, erano kermesse molto seguite dal pubblico che attiravano nei velodromi migliaia di persone. Dalla foto si può notare l'abbigliamento retrò dell'epoca costituito da maglia e pantaloni di lana pesante.

 

GIORDANO COTTUR

Atleta triestino, buon passista negli anni '30 e '40. Le due foto appartengono a serie stampate nei primi anni '40. Quella di sinistra era edita dalla Gazzetta dello Sport.

ODIEL DEFRAYE

Ciclista belga, classe 1888, vincitore del Tour de France nel 1912 e di una Milano-Sanremo nel 1913. Uno dei pionieri di questo sport. E' ritratto in abbigliamento informale e quasi non sempra un corridore. L'autografo posto a lato è pre-stampato. Questi atleti erano molto famosi all'epoca e veniva già chiesto loro di rilasciare autografi, per questo motivo venivano stampate queste immagini promozionali da regalare ai tifosi. E' una cartolina molto rara perchè non esistono tante immagini di Defraye.

C. GIRARDENGO & C. GALETTI

Ecco due campionissimi degli anni '20 immortalati in abiti civili. Curiosamente erano due atleti molto diversi: Girardengo era osannato dalle folle tanto da meritarsi l'appellativo di "Campionissimo", mentre Galetti era poco amato da stampa e tifosi. Eppure Galetti, detto "l'uomo cronometro" vinse un Giro d'Italia (1911) e diverse altre corse. Girardengo, invece, come detto fu il primo grande campione del ciclismo italiano e in 15 anni di carriera fece incetta di corse e vittorie.

 

OCTAVE LAPIZE

Cartolina "viaggiata" (si noti il francobollo + timbro) risalente alla 14^ tappa del Tour de France del 1910, la Brest-Caen, vinta proprio da Lapize. Sul retro è posta proprio un'annotazione a penna con la citazione della località di Caen e una firma. Potrebbe trattarsi dell'autografo dello stesso corridore o di una nota di qualcuno che stava seguendo quel Tour. Lapize vinse il Tour del 1910 e altre classiche tra cui tre edizioni della Parigi-Roubaix. Morì in guerra nel 1917.

 

J. MULLER & C. BOTTE

Due splendide cartoline di una serie francese edita da "AIN Paris" negli anni '20. Le immagini sono state scattate prima della partenza di una delle tappe del Tour de France e costituiscono uno straordinario documento storico.

GEORGES RONSSE

Cartolina belga edita alla fine degli anni '20 che raffigurava i principali ciclisti dell'epoca. Le immagini dei corridori più importanti venivano accompagnate da autografi pre-stampati come in questo caso. Ronsse era molto amato dal pubblico dopo la duplice vittoria nei Campionati del Mondo del 1928 e 1929. Nel suo palmares anche una Parigi-Roubaix e una Liegi-Bastogne-Liegi.